La Tuffatrice: intervista a Julia VonLucadou

Arriva in libreria il 14 maggio “La Tuffatrice”, libro d’esordio della scrittrice tedesca Julia VonLucadou (Carbonio Editore) che racconta di un futuro vicino al nostro dove la tecnologia è al centro della vita di ognuno e l’efficienza l’unico obiettivo da perseguire.

Nel mondo de “La Tuffatrice” non esistono le vie di mezzo: chi rispetta le regole, nel segno dell’efficienza e della perfezione, può ambire a vivere nella città ultratecnologica e lussuosa, tutti gli altri vivono in periferia senza nulla, dagli abiti al cibo, dal lavoro a case dignitose.

(altro…)

Bookmania 08/05: interviste a Julia VonLucadou e Marta Palazzesi

Questa sera lo spazio dedicato ai libri ospita due autrici con le quali si parlerà dei loro libro.

Julia VonLucadou ha firmato “La Tuffatrice” (Carbonio), sorprendente romanzo d’esordio dalle atmosfere distopiche, ambientato in un mondo non così lontano dal nostro ma completamente assoggettato al controllo e con l’unico obiettivo dell’efficienza, come baluardo della felicità.

La seconda intervista è con Marta Palazzesi, autrice di “Nebbia” (Il Castoro), il libro vincitore dell’edizione 2020 del Premio Strega Ragazze e Ragazzi. Abbiamo incontrato la scrittrice lo scorso anno alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.

(altro…)

Solaris parte seconda: intervista a Sergej Roić

Era il 1961 quando “Solaris”, dello scrittore polacco Stanislav Lem, venne pubblicato per la prima volta, un romanzo che nel tempo si è conquistato un posto nell’olimpo del genere fantascentifico definito “colto”.

Il visionario romanzo di Sergej Roić è l’ideale seguito, una storia dentro la storia, che ha come filo conduttore l’inconoscibilità ed è percorso da un senso di solitudine sul confine tra possibile e impossibile, realtà e immaginazione. Filosofia e avventura si fondono in questo nuovo lavoro di Roić , scrittore, giornalista, pensatore.

Arricchiscono il libro le 36 tavole dell’artista Renzo Ferrari che sono state realizzati appositamente per questo libro e che ha già esposto in una recente personale.

Di “Solaris – parte seconda” abbiamo parlato con Sergej Roić in questa intervista:

(altro…)

Farsi un’idea: intervista a Francesca Bertuzzi

Nasce nel 1997 la collana “Farsi un’idea” della Casa Editrice Il Mulino, titoli che riguardano una moltitudine di argomenti di interesse comune con il fine di formare una opinione nel lettore. Una collana che diventa sempre più importante in una realtà dominata dalle Fake News e dall’improvvisazione del sapere.

Ne parliamo con Francesca Bertuzzi che, insieme ad Alessia Graziano, si occupa della collana: dalla determinazione degli argomenti da trattare all’individuazione dello specialista in grado di parlarne, autori che sappiano raccontare al meglio il loro sapere e organizzarlo anche per un lettore generalista. Il tutto per fornire un’informazione rapida, essenziale e soprattutto di altissima qualità.

(altro…)

A tu per tu con le nostre paure: intervista al Prof.Paolo Legrenzi

Potrebbe sembrare uno dei libri scritti per l’occasione, ne stanno uscendo tanti che parlano di paure in questo periodo contraddistinto dalla quarantena dovuta al Covid-19. Ma “A tu per tu con le nostre paure” è uscito in tempi non sospetti (Il Mulino, novembre 2019) e tratta un argomento che ci riguarda da vicino in ogni periodo della nostra vita: la paura e la vulnerabilità.

In particolare, come ricorda il sottotitolo, una delle chiavi per affrontare le proprie paure è imparare a “convivere con la vulnerabilità”, perché “le paure sono la conseguenza di meccanismi complessi, di storie che hanno origini lontane” ma “l’uomo diventa vulnerabile al male quando è vittima delle circostanze che innescano la nostra capacità di ferire gli altri nei loro punti deboli“.

Per sapere come vivere al meglio nella consapevolezza (perché “le paure governano la nostra quotidianità“) abbiamo letto per voi e intervistato l’autore, il Prof.Paolo Legrenzi, professore emerito di Psicologia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, nonché autore di questo libro.

(altro…)

La Dragunera: intervista a Linda Barbarino

E’ il suo primo romanzo ma dimostra già una grande maturità stilistica e una innata capacità narrativa.

Linda Barbarino con “La Dragunera” (Il Saggiatore) mette in scena una saga familiare inconsueta, in grado di stregare anche grazie ad una forma lessicale che richiama quella dialettale, dandole una grande forza emotiva.

(altro…)

Certamen 1246: intervista a Giovanni Casella Piazza

E’ da poco in libreria un thriller storico costato all’autore una ricerca durata quasi venti anni: “Certamen 1246” (Besa Editore). Giovanni Casella Piazza confeziona in questo corposo volume un thriller storico ricco di approfondimenti psicologici ambientato nel Medioevo, ai drammatici e cruciali atti dell’aspra e sanguinosa contesa fra il soglio ponticio romano e l’imperatore Federico II di Svevia.

Un linguaggio che ci cala perfettamente nell’epoca, da vita ad un periodo storico che non smette di affascinare

Ne abbiamo parlato con l’autore in questa intervista:

L’intervista

Il libro

Como, A.D. 1268. Il notaio Aielli fa visita all’abate Ariberto, portando con sé un plico misterioso e uno studente di legge, Zirìolo, protetto del patriarca di Aquileia. Il giovane, su ordine di questi, sarà ospite del monastero e potrà conoscere i fatti avvenuti lì molti anni prima, durante l’aspra contesa tra il soglio pontificio romano e Federico II di Svevia e sui quali era stato imposto il vincolo del silenzio.
La sparizione di due giovani monaci prima, e di Zirìolo poi, aprirà le ricerche del notaio Aielli: grazie al ritrovamento dei diari di viaggio del giovane studente, il notaio scoprirà nell’abate un personaggio complesso e fuori dal comune, costretto presto a fare i conti con un passato insospettabile e tormentato.
L’affascinante personaggio del monaco Ariberto torna protagonista anche nel thriller Oltre la nebbia – Il mistero di Rainer Merz (2018) di Giuseppe Varlotta, di cui Giovanni Casella Piazza è coproduttore e cosceneggiatore.

Titolo: Certamen 1246
Autore: Giovanni Casella Piazza
Editore: Besa Editore
Collana: Fuori Collana
Pagine: 572
Prezzo: 28,00 cartaceo (QUI su Amazon)
Data di uscita: 23 gennaio 2020

L’autore

Giovanni Casella Piazza è nato a Lugano nel 1949.
Economista di formazione, dopo un periodo iniziale come consulente aziendale, ha spostato i suoi interessi verso il campo dei media e del giornalismo, divenendo negli anni direttore di un quotidiano della Svizzera italiana, editore televisivo, produttore cinematografico, operatore culturale. È appassionato di storia e Medioevo.

Giovanni Casella Piazza

Un inutile delitto: intervista a Jill Dawson

E’ uscito per Carbonio Editore l’ultimo romanzo di Jill Dawson “Un inutile delitto”, un libro ispirato alla storia vera di Lord Lucan che, nel 1974, uccise la babysitter e ferì gravemente la moglie, dopodiché sparì. Fu poi condannato in contumacia e mai più ritrovato (si considera come data di morte il 2016 ma nessuno ne ha le prove).

L’autrice prende il canovaccio di questo fatto realmente accaduto per raccontare la storia di due ragazze con il sogno di vivere nella grande città (Londra), libere dalla mentalità di paese e fiere di lavorare per conquistare il proprio posto nel mondo. A volte, però, ci si può trovare nel posto sbagliato al momento sbagliato e una vita piena di prospettive, interrompersi senza nessun motivo.

Un libro che analizza la società dell’epoca (non troppo lontana dalla nostra) attraverso i dimenticati, le vittime, coloro che non hanno più la parola. Dalla parte delle donne perché troppo spesso, ancora oggi, vengono accusate di causare la violenza che subiscono e ci si dimentica che le vittime erano persone, piena di gioia di vivere, di sogni e, come la protagonista di questo romanzo, con il mondo davanti.

Di questi e molti altri argomenti abbiamo parlato con l’autrice, Jill Dawson, che gentilmente ha risposto a tutte le nostre domande. Potrete ascoltarle in originale in inglese o leggerne la traduzione 🙂

(altro…)

Primavera. La stagione inquieta: intervista ad Alessandro Vanoli

Che cos’è la primavera? Potrebbe sembrare una domanda semplice ma se iniziamo a pensarci seriamente, ci rendiamo conto di quante cose siano legate ad una delle stagioni più interessanti dell’anno. E come è intesa la primavera nell’arte, nella letteratura, nelle tradizioni religiose, nella musica?

A tutte queste domande, cerca di dare una risposta lo storico e scrittore Alessandro Vanoli in “Primavera. La stagione inquieta” (Il Mulino), volume che segue “Inverno. Il racconto dell’attesa” in una ideale quadrilogia.

(altro…)