Categoria: Saggistica

09/12, “Una stanza tutta per loro”: presentazione del libro fotografico con 51 donne della letteratura italiana

Domenica 9 dicembre alle 17,30 Alessio Romano e Ale Di Blasio presentano alla Libreria Ubik (Via Irnerio, Bologna) il libro fotografico “Una stanza tutta per loro. Cinquantuno donne della letteratura italiana” (Avagliano Editore). Saranno presenti le scrittrici Marilù Oliva, Grazia Verasani e Annarita Briganti. Inoltre, alcune delle fotografie contenute nel volume verranno esposte in mostra in libreria, da domenica 9 a Natale.

Il libro è il risultato di un’indagine condotta dallo scrittore e docente alla scuola Holden, e il fotografo, che insieme a ciascuna scrittrice, nel tentativo di esplorare e raccontare le figure femminili della letteratura italiana contemporanea, le ha ritratte in quegli spazi in cui non solo lavorano e scrivono, ma si esprimono liberamente.

Spazi molto diversi tra loro: uno studio pieno di libri, il tavolo di una cucina, la panchina di un parco, il vagone di un treno, una biblioteca pubblica, il bordo di una piscina, un bar affollato. A corredo delle fotografie, un breve testo scritto dalle protagoniste stesse che descrivono e raccontano i loro luoghi e il perché quella “stanza” è per loro fonte di ispirazione.

(altro…)

Feel Free: intervista a Zadie Smith

E’ da poco in libreria “Feel Free” la raccolta di ventisei articoli e saggi scritti da Zadie Smith e pubblicati fra il 2010 e il 2017, pubblicata per l’Italia da Sur. In occasione dell’uscita, la scrittrice britannica ha fatto un breve tour di presentazione nel nostro paese e tra le città toccate c’è stata anche Bologna. Ho avuto quindi l’occasione di intervistarla.

(altro…)

Recensione: Perfect Rigor di Masha Gessen

Risolve uno dei sette “problemi del Millennio” (la Congettura di Poincaré), vince per questo il premio di 1 milione di dollari, gli offrono cattedre nelle più prestigiose università, si guadagna la medaglia Fields (l’equivalente del Nobel per la matematica e che viene assegnato, all’unanimità, solo ogni quattro anni, dalla comunità mondiale dei matematici al migliore di loro che abbia meno di 40 anni) e lui cosa fa? Rifiuta tutto questo, lascia il suo lavoro all’Istituto Steklov, si nega agli amici e alla stampa e si ritira in un appartamento nella periferia di San Pietroburgo,  con la sola compagnia della madre.

Pazzo o genio? In “Perfect Rigor” (Carbonio Editore) la giornalista scientifica Masha Gessen cerca di entrare nella mente di Grigorij Perel’man per tracciarne la biografia e comprenderne le motivazioni.

“Perfect Rigor”, dal canto suo, si presenta da subito come un libro inusuale.

(altro…)