Categoria: Narrativa

Eva e le sue sorelle: intervista a Tieta Madia

Cosa succede quando sogni da tutta la vita di essere madre e non riesci ad avere figli, quando tutti sembrano raggiungere questo obiettivo senza troppe difficoltà?

Per la protagonista di questo romanzo avere figli era considerato – fin da bambina – come bere e mangiare: qualcosa di automatico e naturale. Ma ben presto si accorge che non sempre la maternità e semplice e non basta volere fortemente un figlio per poterlo stringere tra le braccia.

(altro…)

La civetta cieca di Sadeq Hedayat: intervista ad Anna Vanzan

Parliamo oggi di una pietra miliare nella Storia della letteratura del novecento, per la prima volta tradotto dal persiano e pubblicato nella collana “Origine” di Carbonio Editore, dedicata proprio al recupero di grandi classici, riproposti in nuove traduzioni dalla lingua originaria.

“La civetta cieca” racconta la discesa agli inferi, il viaggio negli abissi della coscienza di un miniaturista di portapenne che ripercorre le vicende di un’intera vita, in un fluire di immagini che attraversano il giorno e la notte, l’amore e la morte quasi fosse un sonnambulo con la mente ottenebrata da oppio e alcol.

(altro…)

La Parola Magica: intervista ad Anna Siccardi

E’ il libreria da oggi l’esordio di Anna Siccardi “La parola magica”, pubblicato da NN Editore. Ambientato in una Milano attuale e senza tempo, seguiamo le storie di sette personaggi attraversano i dodici racconti di questo libro, mentre incrociano le proprie vite.

Il passato li ha fatti deragliare dalla loro strada e ora tentano di riparare la loro esistenza, combattendo i demoni con cui si trovano a fare i conti, demoni come alcol, serie tv, droghe, relazioni sbagliate e illusioni. Dipendenze che sono diventate malattia e cura insieme, bolle in cui il tempo si ferma, li consola e li inganna.

(altro…)

Scrivimi: intervista a Paolo Longarini

Quanto incidono le coincidenze nella nostra vita? Sono solo “casi” o c’è un disegno che, se letto appropriatamente, può condurci per mano? Può capitare che un concatenarsi di fatti, ad esempio, porti due persone tanto lontane a incrociare i propri destini. Proprio come succede a Fabrizio e Caterina, due mondi diversi e lontani che trovano un punto in comune in una piccola cittadina toscana – San Giminiano – e in un casale da ristrutturare, “molto da ristrutturare”.

E’ in libreria la nuova prova “scrittoria” di Paolo Longarini che ci consegna un romanzo intrigante e due personaggi tanto reale da assomigliare a noi.

Di “Scrivimi” abbiamo parlato proprio con l’autore, ecco cosa ci ha raccontato:

L’INTERVISTA

IL LIBRO

Fabrizio De Santis è l’erede di un’illustre famiglia di notai che da secoli presiede alla stipula di atti e contratti a Milano. Ha scoperto un’irregolarità in un documento redatto dallo studio e ha deciso di denunciarsi alle autorità competenti. Ma proprio mentre è alla sbarra, pronto a costituirsi e affrontare le conseguenze del proprio gesto, irrompe suo padre, che non ha mai mostrato particolare entusiasmo per quel figlio sognatore, svagato e buono. Lo afferra per un braccio e, senza fargli finire la sua deposizione spontanea, lo trascina via rivelandogli quello che era chiaro a tutti tranne che a lui: l’irregolarità c’era, e tutto lo studio lo ha sempre saputo, sfruttandola per arricchirsi. Fabrizio obietta e il padre può fare quello che desiderava da tempo: lo disereda e obbliga Loris, il suo guardaspalle, un passato tra criminalità e guerra del Vietnam, ad allontanarlo da Milano. Per sua fortuna Fabrizio ha un angelo custode: il suo migliore amico Saverio, che gli affida un casale un po’ diroccato nei pressi di San Gimignano…
Caterina Vanoli invece vive a Boston, dove insegna architettura del paesaggio. Non è un buon periodo. La madre è scomparsa da poco. Il fidanzato con cui è stata cinque anni l’ha lasciata. Per telefono. E il suo sacerdote di riferimento, padre Joseph (che al liceo era stato il fidanzatino di Caterina), deve farle una rivelazione: l’uomo anaffettivo e violento che l’ha cresciuta non era suo padre. Suo padre era, o forse è, italiano, toscano e viene da un paesino medievale chiamato San Gimignano…
Si innesca così la catena di formidabili coincidenze che porterà a incrociarsi le strade dei due protagonisti: Caterina, donna forte e fragile al tempo stesso, e Fabrizio, puro di cuore, idealista e un po’ imbranato.
Longarini regala al lettore una storia di destino, di fedeltà a se stessi. E, ovviamente, d’amore.

Titolo: Scrivimi. Storia di fughe, di casali, e, ovviamente, d’amore
Autore: Paolo Longarini
Editore: Harper Collins
Pagine: 376
Prezzo: 18,00 cartaceo (15,30 su Amazon) – 8,99 ebook
Data di uscita: 06 febbraio 2020

L’AUTORE

Paolo Longarini nasce a Roma nel 1969. La natura gli regala l’invidiabile talento di una totale incapacità nel gioco del pallone. Vistosi tagliato fuori dal più importante strumento di scalata sociale, tenta di diventare Presidente del Mondo scrivendo libri. L’improvvisa comparsa nella sua vita di due figlie fa salire il suo livello di esperienza e acquisisce il potere di ricordare il proprio codice fiscale. Contrariamente a tutti, si aspetta l’inquisizione spagnola.

La Mischia: intervista a Valentina Maini

Sarà presentato domani a Bologna il romanzo “La Mischia” (Bollati Boringhieri) della scrittrice Valentina Maini. La storia originale, il linguaggio semplice eppur ricercato e un intreccio ben sviluppato sono gli ingredienti di questo romanzo d’esordio che sembra più una conferma (del talento dell’autrice) che una prova prima.

Queste le coordinate per partecipare alla presentazione:

(altro…)

C’era una svolta: intervista a Barbara Fiorio

A dieci anni dall’uscita torna in libreria, in una nuova versione arricchita e abbellita, “C’era una svolta” (Morellini Editore), l’ironica raccolta di fiabe classiche – quelle che crediamo di ricordare – raccontate da Barbara Fiorio per come sono state davvero concepite dai suoi autori e non stravolte ed edulcorate da Walt Disney.

Perché siamo sicuri di ricordarci davvero come Biancaneve si risveglia dal suo sonno mortale, chi è la suocera della Bella Addormentata, chi ha aiutato Cenerentola a inserirsi nel jet set del reame o come finisce Barbablù? E della Sirenetta? Siete pronti a versare lacrime?

(altro…)

I fiori nascosti nei libri: intervista a Silvia Montemurro

Il presente si intreccia al passato nel nuovo romanzo di Silvia Montemurro. Teatro della storia, la storica Villa Garbald, uno spettacolo per gli occhi e per il cuore, proprio come l’affascinante storia di Chiara così simile al ritratto di una donna appeso in uno dei corridoi: Irena, una ragazza polacca che durante la seconda guerra mondiale proprio lì ha trovato un rifugio.

Per parlare del romanzo, abbiamo avuto modo di conoscere e intervistare Silvia Montemurro. Ecco cosa ci ha raccontato del suo libro, di uno speciale flash mob organizzato in occasione dell’uscita e di una misteriosa presenza nascosta tra le pagine de “I fiori nascosti nei libri”…

(altro…)

Giovanissimi: intervista ad Alessio Forgione

Sarà in libreria da domani 23/01 il nuovo libro di Alessio Forgione dopo il successo di Napoli Mon Amour. “Giovanissimi” (NNEditore) racconta la storia di un ragazzino di quattordici anni, Marocco, e della sua vita che ruota attorno al liceo, agli allenamenti di calcio, all’arrivo del primo amore e di una proposta che cambierà tutto.

Del libro ne abbiamo parlato con l’autore, Alessio Forgione, in un’intervista in anteprima.

(altro…)

H. Le memorie di Eracle: intervista a Sergio Fontana

Chi era Eracle? Com’era il mondo durante la sua epoca? Cos’ha ancora da insegnarci questo antico mito?

Queste sono solo alcune delle domande che il lettore si pone di fronte a “H. Le memorie di Eracle” il romanzo dell’archeologo e scrittore Sergio Fontana, pubblicato da Edipuglia. Il romanzo fa parte della nuova collana “Le Vie Maestre” diretta dal Prof.Giuliano Volpe, collana che si apre alla narrativa con questo romanzo e, in precedenza, con “Quasi giallo. Romanzo di archeologia” di Enrico Giannichedda.

In “Memorie di Eracle” l’autore costruisce una biografia della figura di Eracle sulla base delle fonti a disposizione, da quelle letterarie a quelle epigrafiche, archeologiche e iconografiche.

L’intervista

Per parlare di questo romanzo appassionante e coinvolgente, abbiamo invitato l’autore a parlare con noi.

Il libro:

H”. Memorie di Eracle” racconta una vita eccezionale, quella dell’eroe che poi i romani chiamarono Ercole. La narrazione si muove a partire dai ricordi che la mente dello stesso Eracle riordina subito dopo il rogo sulla pira del monte Eta. Una vita vissuta nel conflitto tra la responsabilità personale e le forze collettive, rappresentate dagli dèi, che lo hanno generato, perseguitato, maledetto, abbattuto e fatto risorgere. Eracle è personaggio mitologico, ma ha piena identità storica e la sua nascita, reale o immaginaria, si può collocare circa 3350 anni fa, nella Grecia dell’età micenea, le cui atmosfere vengono ricostruite nel racconto. Figlio di Zeus e della mortale Alcmena, Eracle ci narra di incontri con popolazioni misteriose, come le Amazzoni o i Centauri, e le sue peripezie tracciano l’incredibile geografia del Mediterraneo del II millennio a.C., compresa l’Italia dell’Età del Bronzo e il sito dove, cinquecento anni dopo, sorgerà Roma. I suoi tratti barbarici ne faranno un campione anche da morto, quando, nella decadenza del mondo miceneo, lui potrà assistere all’invasione del Peloponneso da parte dei Dori guidati dai suoi stessi discendenti. Ma, a quel tempo, Eracle era già tra gli dèi che lo avevano accolto benevoli sull’Olimpo. Il romanzo nasce da un attento lavoro sulle fonti antiche e sui dati archeologici, di cui si dà conto nelle note in calce ai capitoli del libro.

Titolo: H. Memorie di Eracle
Autore: Sergio Fontana
Editore: Edipuglia
Collana: Le Vie Maestre
Pagine: 334
Prezzo: 16,00 cartaceo (QUI su Amazon, QUI su IBS)
Data di uscita: 01 gennaio 2019