E’ il libreria da oggi l’esordio di Anna Siccardi “La parola magica”, pubblicato da NN Editore. Ambientato in una Milano attuale e senza tempo, seguiamo le storie di sette personaggi attraversano i dodici racconti di questo libro, mentre incrociano le proprie vite.

Il passato li ha fatti deragliare dalla loro strada e ora tentano di riparare la loro esistenza, combattendo i demoni con cui si trovano a fare i conti, demoni come alcol, serie tv, droghe, relazioni sbagliate e illusioni. Dipendenze che sono diventate malattia e cura insieme, bolle in cui il tempo si ferma, li consola e li inganna.

Come capita a Leo, che si risveglia dopo una nottata alcolica e scopre di dovere dei soldi a un malavitoso giapponese; ad Anna e Chiara, che non possono fare a meno di prendersi cura di un padre assente finito in carcere; e a Irene, che cerca nell’ultima seduta dalla psicologa la soluzione alla sua incapacità di amare.

Tuttavia, pur essendo un debutto, l’autrice, che ha nel proprio curriculum la scrittura di testi teatrali e cortometraggi, mostra uno stile fresco e una costruzione matura.

Un libro ricco e complesso, che si legge in un soffio e che ci catapulta in vite così diverse eppure così simili alle nostre.

Ne abbiamo parlato con l’autrice in questa intervista!

L’INTERVISTA

IL LIBRO

Titolo: La parola magica
Autore: Anna Siccardi
Editore: NN Editore
Collana: La stagione
Pagine: 184
Prezzo: 16,00 cartaceo (E.13,60 su Amazon) – 6,99 ebook
Data di uscita: 27 febbraio 2020

L’AUTRICE

Anna Siccardi vive a Milano e si è laureata in Estetica e in Storia dell’arte. Diplomata in Drammaturgia alla Scuola Civica Paolo Grassi, ha scritto testi teatrali e cortometraggi, e collabora con Harper’s Bazaar. La parola magica è il suo esordio letterario.