Ormai leggere non interessa più a nessuno, poco importa che sia anche vietato per legge: anche a scuola le lezioni sono in video e i compiti vengono filmati col cellulare.

Nonostante vi possa essere il dubbio, non ci troviamo nel presente ma nel mondo distopico creato da Antonella Cilento, dove magari le auto volano ma continuano a crearsi ingorghi e anche la scuola non è detto che sia così diversa dalla nostra, dove piano piano la scomparsa della parola scritta sembra essere più che una possibilità.

Ci troviamo a Napoli, in un futuro non ben definito (ma, come dicevamo, non poi così lontano), all’interno di una scuola dove conosciamo Hope e Farenàit, due ragazzine tanto diverse quanto curiose e ribelli. Contravvenendo alla regola (una delle tante) che impedisce di vedere i volti dei parenti deceduti, fanno in realtà una scoperta che gli cambierà la vita: i libri. Nascosti in una bara troveranno tesori inaspettati… e pericolosi.

Scritto in una lingua a metà tra lo slang adolescenziale e il dialetto napoletano, “Non leggerai” risulta essere un romanzo fresco e avventuroso, che parla di ragazzi ai ragazzi e di adulti agli adulti, i veri assenti (ingiustificati) di questo romanzo che apre ad un futuro – in ogni modo – di speranza.

Per parlarne approfonditamente ho intervistato l’autrice:

Antonella Cilento parla di “Non Leggerai” (Giunti)

“Non leggerai” è uno dei primi titoli della nuova collana ARYA (Autori Romanzi Young Adult) dove scrittori italiani si mettono alla prova per raccontare la generazione Z alla generazione Z, per conoscere e capire, senza giudicare.

IL LIBRO

In tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit – che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti – ruba una cassa da morto insieme ad Help per spiare un vero cadavere ma, a sorpresa, scoprono che la cassa è piena di romanzi. Con passione crescente iniziano a leggere in segreto, peccato che una gang di giovanissimi camorristi le scopra…

Titolo: Non Leggerai
Autore: Antonella Cilento
Editore: Giunti
Collana: ARYA
Pagine: 208
Prezzo: 14,00 cartaceo (E.11,90 su Amazon) – 8,99 ebook
Data di uscita: 24 aprile 2019

L’AUTRICE

Antonella Cilento

Antonella Cilento è nata a Napoli, insegna scrittura creativa da 26 anni. È fondatrice e direttrice de Lalineascritta Laboratori di Scrittura e coordina SEMA, il primo Master di scrittura ed editoria del Sud Italia in collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui Morfisa o l’acqua che dorme, La madonna dei mandarini, Lisario o il piacere infinito delle donne, Finalista Premio Strega, Premio Boccaccio, La paura della lince, Isole senza mare, Neronapoletano, Una lunga notte, Premio Viadana, premio Fiesole, Premio Greppi. Ha scritto anche un libro per ragazzi, Nessun sogno finisce, due raccolte di racconti, Il cielo capovolto e L’amore, quello vero, e alcuni reportage storici su Napoli: Non è il Paradiso, Napoli sul mare luccica, Bestiario napoletano. Tradotta in numerosi Paesi, ha collaborato con il teatro, la radio e il cinema e, attualmente, con La Repubblica – Napoli e con Grazia.