• Radio

    Grotesquerie: intervista ad Emanuela Valentini

    E’ uscito qualche tempo fa un romanzo che fin dalla copertina prometteva grandi cose. Il riferimento è all’ultimo romanzo di Emanuela Valentini “Grotesquerie” uscito per Dana Libri.

    Impossibile catalogare i romanzi della scrittrice romana che mischia, con fantasia e talento, storie e personaggi originali, scenografie inconsuete e particolari sorprendenti, con un occhio speciale verso gli ultimi, i dimenticati, i freak.

    Di questo suo sorprendente romanzo parliamo nell’intervista, senza svelare troppo della trama o vi perdereste il meglio!

  • Uncategorized

    Recensione: La Bellezza e L’arrivo delle Missive di Aliya Whiteley

    E’ uscito a novembre 2018 “L’arrivo delle Missive”, secondo romanzo pubblicato in Italia (sempre per Carbonio Editore) di Aliya Whiteley, che si era già fatta notare con l’inusuale storia “La Bellezza” (aprile 2017): un mondo futuro dove le donne sono scomparse e al loro posto iniziano a comparire esseri misteriosi somiglianti a funghi, che delle donne conservano alcune memorie.

  • Radio

    Due fiocchi di neve uguali: intervista a Laura Calosso

    Domani, 21 febbraio, alle 18:00 presso la Libreria Mondadori (Via d’Azeglio) di Bologna sarà presentato il nuovo romanzo di Laura Calosso “Due fiocchi di neve uguali” (SEM).

    Il romanzo, attraverso i due personaggi principali, ruota attorno alla figura degli Hikikomori, termine mutuato dal giapponese e che indica quelle persone – generalmente adolescenti – che decidono volontariamente di ritirarsi dal mondo e rinchiudersi, tipicamente, nelle loro stanze.

  • Blog

    Febbraio 2019: anteprima “Panopticon” di Jenni Fagan

    Era il 2012 quando il Guardian lo definì un “grintoso romanzo d’esordio ambientato in una società senza reti di sicurezza“. Stiamo parlando di “Panopticon” il romanzo d’esordio della scrittrice scozzese Jenni Fagan, già nota in Italia per “Pellegrini del sole” (Carbonio Editore), che ha ora deciso di ripubblicare questo suo primo lavoro (fuori catalogo nella prima edizione ISBN del 2014).

  • TV

    Quello che non sappiamo: Annarita Briganti ospite a Bookmania

    Conosciamo davvero le persone che abbiamo vicino, amici, parenti e famigliari? O di loro c’è qualcosa che ci sfugge, qualcosa che non sappiamo? E di noi, conosciamo davvero tutto? Sono domande che ognuno di noi si è posto, domande che nel corso della vita vengono a galla.

    Proprio come succede a Ginger, una ragazza che si trova a dover affrontare una situazione complicata e che proprio quando inizia a chiudersi ed erigere un muro tra lei è il resto del mondo, una piccola breccia sembra incunearsi. Questa fessura è rappresentata da Paulo, un misterioso ristoratore italiano che vive in Germania e che le scrive per sbaglio.

    Ma esistono davvero le coincidenze o ciò che accade ha solo bisogno di essere svelato, capito, in qualche modo, “abbracciato“?

    Di questo e molto altro parla “Quello che non sappiamo” (Cairo Editore) di Annarita Briganti ospite nella puntata di oggi a Bookmania.

  • Radio

    Mio padre era comunista: intervista a Luca Martini

    E’ da poco in libreria il nuovo romanzo di Luca Martini “Mio padre era comunista” (Morellini Editore).

    La storia di un padre, attraverso gli occhi di un figlio, ma anche la storia di un viaggio a tratti doloroso a tratti stupefacente di un uomo che scopre un passato che non conosceva e grazie a questo inizia a vedere la sua vita (e quelle di chi gli sta vicino) sotto un’altra luce.

    In occasione dell’uscita, ecco l’intervista audio realizzata per Ciao Radio.

  • Radio

    Il silenzio che rimane: intevista a Matteo Ferrario

    Esce proprio oggi in libreria il nuovo romanzo di Matteo Ferrario “Il Silenzio che rimane” (HarperCollins Italia), una storia molto particolare fondata nella realtà di oggi.

    Una coppia, una rinascita, qualcosa di imprevedibile che minaccia di mandare tutto a monte ma che di sicuro cambierà le carte in tavola.

  • Uncategorized

    NebbiaGialla Suzzara Noir Festival: in partenza la 13a edizione. Intervista a Paolo Roversi

    Tutto pronto per la 13a edizione di NebbiaGialla Suzzara Noir Festival, l’attesa manifestazione dedicata alla letteratura gialla che si terrà nel paese mantovano dall’1 al 3 febbraio 2019.

    Numerosi gli scrittori che si alterneranno sul palcoscenico del Festival che vedrà protagonisti oltre 30 autori nostrani e 6 stranieri.

    NebbiaGialla nasce da un’idea dello scrittore e giornalista Paolo Roversi, con il contributo del Comune di Suzzara e di Piazzalunga Cultura. Tre giorni che tingono le strade di atmosfere noir, dibattiti, tradizione, cultura e mantengono viva la voglia di leggere, discutere, appassionare.

    Tutte le info sul Festival le trovate nel SITO UFFICIALE mentre per approfondirne tutti gli aspetti ho avuto il piacere di intervistare Paolo Roversi.

  • Radio

    La vita in più: intervista a Fabio Rizzoli

    Domani, martedì 30 gennaio alle 18.00 presso la Libreria Coop Ambasciatori di Bologna si terrà la presentazione del libro “La vita in più. Una storia vera” (Mondadori) scritto da Fabio Rizzoli e, nell’occasione, ho avuto il piacere di intervistarlo.

    A metà tra romanzo e memoir, “La vita in più” racconta la storia di un uomo comune che sta attraversando un periodo difficile, reso ancor più duro dall’incombere di una malattia. La storia, però, è una storia di rinascita, di riscoperta, d’amore. Perché la vita è imprevedibile e a volte riserva ben più di una sorpresa.

  • Radio

    Più fiori che opere di bene: intervista ad Annalisa Strada

    Lei è una esuberante fioraia ma l’appassionano gli intrighi e i misteri, così, quando succede un efferato fatto di sangue, Clotilde Grossi è pronta ad aiutare e fare le proprie congetture. Certo, non glielo ha chiesto nessuno ma dovrà pur mettere a disposizione le sue capacità maturate dalla lettura di decide e decine di gialli?

    E’ così che conosciamo la protagonista di “Più fiori che opere di bene” (HarperCollins Italia) nata dalla penna di Annalisa Strada, qui alle (riuscitissime) prese del suo primo romanzo per adulti.

    Vincitrice di numerosi prestigiosi premi nella letteratura per ragazzi, si cimenta qui con una storia dalle tinte più fosche ma che mantengono quella freschezza di stile e perfezione di trama tipica dei suoi libri.

    Per approfondire i contenuti di “Più fiori che opere di bene” ho avuto il piacere di parlarne con l’autrice. Ecco quindi l’intervista:

    Annalisa Strada parla del suo ultimo libro “Più fiori che opere di bene” (HarperCollins)

    TRAMA

    Clotilde Grossi, detta Clo, è una trentasettenne senza orpelli nel pensare e neanche nel vestire. Nella vita fa la fioraia, vive a Bergamo e il suo negozio si chiama Ditelo con i fiori. Nessuna meglio di lei sa se è meglio un crisantemo o un gladiolo per ogni occasione. Ma sarebbe un errore immaginarla come un’inguaribile romantica, perché la sua vera passione è il crimine. Vorace consumatrice di romanzi gialli che le vengono spacciati da Nicla Verzetti, la sua amica libraia del negozio di fronte, non riesce a resistere di fronte a ogni notizia di cronaca nera. Vuole sempre saperne di più e riesce a rubare preziose informazioni anche grazie al suo fidanzato storico, Carlo, che guarda caso fa l’impresario di pompe funebri. 
    Un giorno però, nella piazza principale della città, viene ritrovata la testa di un uomo orrendamente sfigurato. Clotilde è fra i primi ad arrivare e senza pensarci due volte decide di mettersi in campo personalmente nelle indagini, utilizzando la scusa dei fiori. Ed è proprio durante le sue scorribande non proprio lecite che conosce il commissario Riccardo Leonardi. Un uomo dai rari sorrisi, cravatte sgargianti, frequenti macchie di stilografica sul taschino e dall’intuito infallibile. Per questo Leonardi capisce subito di aver trovato, più che un’innocente margherita, un’autentica spina nel fianco.

    Titolo: Più fiori che opere di bene
    Autore: Annalisa Strada
    Editore: Harper Collins
    Pagine: 328
    Prezzo: E. 6,99 (ebook) – E.17,00 cartaceo (E. 14,45 su Amazon)
    Data di uscita: 10 gennaio 2019